Macedonia del Nord

Il paese ha una delle economie più promettenti in Europa, nonostante fosse molto arretrato fino a non molti anni fa. Le ragioni per investire sono numerose, tra le prime la sua posizione strategica, vicina alle grandi economie. Il governo locale sta sfruttando da tempo questa caratteristica e ha siglato numerosi accordi commerciali, sia bilaterali che multilaterali, con il risultato che chi apre un’impresa in questo territorio, si trova automaticamente spalancate le porte per l’accesso a mercati da un totale di 650 milioni di consumatori. Un aspetto da non sottovalutare è l’elevato investimento che la Macedonia sta effettuando nel campo della cultura e nell’istruzione. Questa è una voce, che assorbe il 6% del pil e ha l’obiettivo di creare generazioni preparate anche sul mercato del lavoro.

Fiscalità

Fiscalità

Un dato meritevole di estrema attenzione è la bassa tassazione. Il paese adotta una flat tax del 10%, che si applica sia sui redditi delle persone fisiche che sugli utili maturati dalle persone giuridiche. L’imposta è dovuta per i residenti anche sui redditi prodotti all’estero, mentre nel caso delle società sono previsti abbattimenti fiscali, che arrivano ad azzerare la tassazione, in relazione agli investimenti effettuati, con l’esclusione degli acquisti di beni catalogati come di lusso. A ciò si aggiungono quattro zone franche, all’interno delle quali non si pagano tasse e due delle quali ruotano attorno alla capitale Skopje. Nel tentativo di attirare capitali stranieri e di spronare l’imprenditorialità locale, il governo ha non solo tutelato la proprietà in Costituzione, ma anche previsto il disbrigo delle faccende burocratiche per l’apertura di un’azienda in appena 24 ore, grazie all’istituzione di sportelli unici.

Stabilità macroeconomica

Stabilità macroeconomica

Il debito pubblico al 30.09.2018 ammonta a 5.144 milioni di Euro (48.2% del PIL), in aumento di 357 milioni di Euro rispetto all’anno precedente, di cui 3.512 milioni di Euro per l’indebitamento con l’estero e 1.632 milioni di Euro per l’indebitamento interno del Governo. Per debito pubblico la Macedonia si classifica tra i paesi mediamente indebitati secondo i parametri di Maastricht. Il sistema bancario è ben capitalizzato e il mercato finanziario interno si trova in condizioni di elevata liquidità.

Accesso libero ai mercati terzi

Accesso libero ai mercati terzi

Grazie agli accordi di libero scambio (UE, Ucraina, Turchia, Serbia, Bosnia ed Erzegovina, Montenegro, Albania e Moldova) i prodotti macedoni hanno accesso a più di 650 milioni di consumatori. Il Governo macedone ha costituito 4 principali zone franche e altre zone più piccole in diverse località nella Macedonia. Le aziende che decideranno di investire nelle zone potranno giovare di incentivi considerati tra i più favorevoli in Europa. Le due maggiori zone sono ubicate nei pressi della capitale Skopje e allo stesso tempo sono anche delle più attraenti, vista l’adiacenza all’aeroporto internazionale e all’autostrada principale del paese, nonchè per la possibilità di reperimento risorse umane, servizi e forniture per i fabbisogni aziendali.

Alias Balkan Company
17, Maksim Gorki str., Skopje, Nord Macedonia
+389 2 5111773
info@aliasbalkan.com

Privacy Settings
We use cookies to enhance your experience while using our website. If you are using our Services via a browser you can restrict, block or remove cookies through your web browser settings. We also use content and scripts from third parties that may use tracking technologies. You can selectively provide your consent below to allow such third party embeds. For complete information about the cookies we use, data we collect and how we process them, please check our Privacy Policy
Youtube
Consent to display content from Youtube
Vimeo
Consent to display content from Vimeo
Google Maps
Consent to display content from Google